FREQUENZA CONTROLLI OBBLIGATORI secondo UNI CTI 8065/89

TIPO DI IMPIANTO RISCALDAMENTO AD ACQUA VAPORE A BASSA PRESSIONE
(< 1 Bar)
ACQUA SURRISCALDATA
(< 180 °C)
ACQUA CALDA SANITARIA NOTE
Aspetto 2A-3A 1B-3B 2A-3B    
pH 3A 1B-3B 3B    
Durezza totale 2B 1C 2C 1A  
Residuo fisso   3A 3B   Sostituibile con la misura della conducibilità elettrica
Conducibilità elettrica   3A 3B    
Ferro 3A 1A-3A 3B    
Alcalinità   3C 3B    
Condizionante chimico 3A 3C 3C   Per gli impianti di produzione di acqua sanitaria, se è previsto un condizionante chimico controllare che il consumo sia regolare
Rame 3A 1A-3A 3B   Da annullare se non vi sono componenti in rame
FREQUENZA ANALISI PUNTI PRELIEVO 1) Acqua alimento, 2) Acqua riempimento (rabbocco), 3) Acqua caldaia
FREQUENZA A) Due volte l’anno, B) Una volta al mese, C) una volta ogni 15 gg, D) Una volta a settimana

N.B. Come si può notare a volte i problemi si sovrappongono e solo con un analisi chimica approfondita si riesce a determinare il problema specifico e la successiva risoluzione. A tale scopo il Servizio Tecnico della Facot Chemicals è disponibile per le prime analisi di routine ed anche per un più completo servizio denominato “Check Service” nel quale vengono determinati diversi parametri fra cui la presenza dei metalli, il pH, la riserva alcalina e quant’altro risulti necessario al fine di risolvere il problema.

TRATTAMENTI DELL’ACQUA NEGLI IMPIANTI TERMICI USO CIVILE

DM 192 del 06 Marzo 2005/DPR 59 del 02 Aprile 2009

Impianto Potenza Durezza acqua OBBLIGHI
RISCALDAMENTO ≥ 350 Kw ≤ 15 °f
≥ 15 °f
Filtro + filmante
Filtro + addolcitore + filmante
RISCALDAMENTO ≤ 100 Kw
≥ 100 Kw ≤ 350 Kw
≥ 25 °f
≥ 25 °f
Condizionante chimico (filamante)
Addolcitore + filmante
SANITARIO ≤ 100 Kw
≥ 100 Kw ≤ 350 Kw
≥ 15 °f
≥ 15 °f
Condizionante chimico uso alimentare (polifosfati)
Addolcitore